A due passi dal Castello della Manta, in un casolare del 1688, trova dimora l'Agriturismo Il Baco da Seta.
Per mangiare, dormire, imparare e passare qualche attimo di relax in compagnia degli amici.

 

Ci troviamo nelle Terre del Marchesato, terre disseminate di castelli, monasteri ed abbazie. Da qui si dipanavano le antiche mulattiere e le vie sterrate percorse da monaci, mercanti, cavalieri e briganti, come la "via d’l sal”, passaggio obbligato da e per la Francia, dal quale transitavano non solo uomini, ma sale, acciughe, olio, spezie, tessuti e mercanzie varie. Di cascina in cascina, da “ciabot an ciabot”, si aggiravano i mercanti del Delfinato, della Provenza e della Borgogna, tutta gente che attraversava le Alpi, scendendo dai colli e spingendosi fino alla pianura, dove veniva ospitata dai castellani o frequentava cantine e locande, come a Manta quella detta “la Fabbrica”, oggi divenuta l’agriturismo “Il Baco da Seta”.

 

 

L'Agriturismo


L’Agriturismo è situato in una zona collinare, a 2 km da Manta, deliziosa cittadina nei pressi di Saluzzo, nota per il Castello medioevale oggi di proprietà del F.A.I. , ed è stato aperto il 6 dicembre 2008 dopo un lungo ma attento restauro. Infatti la struttura che lo ospita è un casolare di altri tempi, che nei primi anni del Novecento ospitò un allevamento di bachi da seta (da qui il nome dell’agriturismo) con annesso reparto di filatura e che dagli abitanti di Manta (e non solo da loro) è conosciuto – come sopra ricordato - “la Fabbrica”.

All’interno la calda atmosfera rustica del passato, dove prevale la “bargiolina” (antica quarzite di Barge), il cotto, il legno e gli arredi antichi. Il caldo colore della sala ricrea l’atmosfera tipica della casa rurale. Qui il pane è da forno a legna, il latte è appena munto da vacche che pascolano negli alpeggi del Monviso, i formaggi rappresentano una selezione dei prodotti provenienti dai caseifici sparsi nelle Terre del Marchesato (San Martino, Martiniana). I vini delle colline saluzzesi si accompagnano con quelli delle Langhe e del Roero, cedendo il passo ai bianchi più famosi del Veneto.

Le 4 camere sono arredate con letti in legno e ferro battuto, armadi e scrittoi raccontano quello che era la vita contadina. Ampi spazi comuni sono dedicati agli ospiti; soggiorno e sala da pranzo al piano terra.



Nelle antiche “cantine del Castello” sono ubicate una sala colazione ed una biblioteca con zona relax e camino a legna.
Nell’”Infernot” si trova un’ampia cantina-enoteca per degustazione di vini e prodotti tipici delle “Terre del Marchesato”.

L’indirizzo produttivo dell’Azienda Agricola è volto soprattutto alla frutticoltura (albicocchi, viti, ramasin, castagni, meli, peri), attività che nella zona è particolarmente rinomata, ed ai prodotti da essa derivati (marmellate, vini).

L'Agriturismo dispone inoltre di un vasto Parco di 10 ettari, disseminato di antichi sentieri e stradicciole che conducono al vicinissimo Santuario di San Leone ed alla sua antica e rinomata Fontana. I visitatori possono comodamente passeggiare lungo le vie che conducono ai boschi e riscoprirne i segreti, prima di ritrovare riparo nelle seicentesche mura dell'Agriturismo.


Gian Luigi e Merinella


 

     

Agriturismo «Il Baco da Seta» - Via San Leone, 5 - 12030 Manta CN
Tel. 0175.289352 - P.IVA 0303733004